Iscriviti alla nostra newsletter:

Evo "Tips"

Continua...

#STRESS e LAVORO

Novembre - Saronno

Un ambiente che molto spesso favorisce lo sviluppo di situazioni stressanti è sicuramente quello lavorativo: cattive relazioni con i colleghi o con i superiori, mancanza di supporto, senso di totale inefficacia e di inutilità, perdita di controllo sull’eccessivo carico lavorativo o, viceversa, mansioni limitate e poco soddisfacenti sono tra i casi più frequenti di stress lavoro-correlato. EvoForm Consulting supporta costantemente aziende e privati nella gestione di casi analoghi. Vediamone insieme un paio.

Mario è il responsabile dell’area marketing presso l’azienda in cui lavora. Da qualche mese gli è stato affidato un incarico nel reparto vendite. Soddisfatto di questa nuova responsabilità, Mario riesce ad incastrare i suoi impegni lavorativi con quelli familiari. Tuttavia, trascorsi alcuni mesi, la situazione si fa sempre più pesante: tornando a casa, Mario inizia ad essere scontroso con la moglie, non gioca più coi suoi bambini dopo cena perché non ha tempo, è stanco, è costretto a concludere il lavoro che non riesce a portare a termine mentre è in ufficio. Purtroppo, a ciò si aggiunge una sempre più frequente emicrania che lo ostacola nel conseguimento degli obiettivi lavorativi.

Quello che abbiamo descritto è un comune caso di stress lavoro-correlato. Pur essendo inizialmente soddisfatto del suo lavoro, Mario è sovraccarico di responsabilità, ma non si accorge che ciò gli provoca uno stato di eccessivo impegno mentale e fisico che ha conseguenze sia sul piano familiare sia su quello fisiologico: talvolta infatti lo stress ha delle ricadute a livello fisico, come le forti emicranie nel caso di Mario.

Lo stato di tensioni provato in un ambito della vita ha conseguenze in tutti gli altri, provocando un circolo vizioso: le incomprensioni tra Mario e sua moglie possono renderlo nervoso sul lavoro, generando difficoltà con i colleghi; ciò, a sua volta, potrebbe incidere sulla sua prestazione lavorativa, avere ricadute economiche e così via.

Nel caso specifico dell’ambiente lavorativo, quando lo stress raggiunge il suo apice si parla di burn out, ossia una condizione psico-fisica disfunzionale generata da una serie di situazioni negative che intervengono tra la persona ed il proprio ambiente di lavoro. Si tratta di una elevata attivazione fisiologica e cognitiva sempre presente, pertanto richiede un uso eccessivo e prolungato di tutte le risorse che la persona ha a disposizione, portandola a tale esito patologico. Sottolineiamo che lo stress di per sé non è una malattia: lo diventa nel momento in cui si cronicizza e conduce a questa fase di esaurimento.

Osserviamo ora un caso opposto.

Sara ha 52 anni, è responsabile di un punto vendita nel paese X. Purtroppo la sua attività non attira molti clienti, quindi si trova a trascorrere quasi l’intera giornata in negozio senza aver nulla di particolare da svolgere. Tornata a casa, si sente insoddisfatta, frustrata dalla situazione. È nervosa, stanca e giù di morale, non trova più stimoli per alzarsi al mattino e andare al lavoro. Il marito l’accusa di lamentarsi ingiustamente, affermando che viene comunque pagata per non far nulla tutto il giorno.

Come si può notare, nonostante ci sia una mancanza di carico di lavoro, Sara sta vivendo una situazione stressante, che si ripercuote sugli altri ambiti della sua vita; la donna prova livelli di frustrazione così alti che, a lungo termine, potrebbero provocare in lei episodi di depressione: le conseguenze di uno stress momentaneo possono avere un effetto deleterio sia sul presente, sia in un momento differito nel tempo.

Nel caso di Mario, possiamo notare una iper-attivazione psicofisica cui è costretto l’organismo; viceversa, nel caso di Sara siamo di fronte ad una ipo-stimolazione fisica e mentale: entrambe le situazioni possono rivelarsi estremamente stressanti per la persona che le vive.

Articolo #stress

 


© 2011-2012 by dvision
Home Page - Chi Siamo - Servizi per Aziende - Servizi per Privati - Area Lavoro - Area Clinica - News - Corsi - Contatti

EvoForm Consulting© di Claudio Catalano - Via Marzorati, 2 Saronno (Va)
Tel.: 02-96.19.32.78 - P. IVA 03111510131